Trasporto aereo

83/121

Versione stampabile

In calo i passeggeri sui voli interni, in aumento sui voli internazionali     

UNO SGUARDO D'INSIEME

Nonostante l’attuale crisi economica, il trasporto aereo ha registrato una crescita a livello europeo negli ultimi anni e si prevede possa continuare con un ritmo medio di circa il 5 per cento annuo fino al 2030. Rispetto agli altri mezzi di trasporto, quello aereo sperimenta una dinamica più rapida, ma è ancora frenato da alcuni vincoli. Per poter facilitare tale sviluppo a livello europeo si sta puntando sulla graduale liberalizzazione del mercato aereo, un maggior coordinamento nei collegamenti intercontinentali, una modernizzazione delle infrastrutture nell’ambito del “cielo unico europeo”, una rinnovata gestione del traffico aereo e infine un incremento dell’efficienza tramite l’ottimizzazione delle capacità. Dal punto di vista strategico si affiancano due concezioni: una basata sugli hub, grandi aeroporti che fungono da snodo del traffico intercontinentale; l’altra sul point-to-point, per collegamenti diretti tra aeroporti anche minori. Nel 2013 l’Italia registra 115,2 milioni di passeggeri trasportati.


L'ITALIA NEL CONTESTO EUROPEO

L'ITALIA E LE SUE REGIONI

Confronti europei


Passeggeri e movimento di aeromobili nei paesi Ue
[xls
 - ods]

Graduatoria dei primi aeroporti nei paesi Ue per trasporto passeggeri e merci
[xls
 - ods]


Confronti regionali


Passeggeri su voli interni e internazionali di linea e charter per regione
[xls]

Graduatoria dei primi dieci aeroporti italiani per trasporto passeggeri e merci
[xls]


Serie storiche


Passeggeri su voli interni e internazionali di linea e charter per regione
[xls
 - ods]


Definizioni utilizzate

I passeggeri trasportati sono quelli il cui viaggio inizia o termina nell’aeroporto dichiarante, con l’esclusione dei passeggeri in transito diretto. I movimenti complessivi di aeromobili comprendono i servizi aerei di linea e charter, interni e internazionali; il rapporto tra movimenti, o passeggeri, e popolazione residente consente migliori confronti internazionali. Le merci e la posta considerate sono quelle a bordo di un aeromobile all’atterraggio, oppure al decollo, dall’aeroporto dichiarante. Sono incluse le merci e la posta in transito diretto, colli espresso e valigie diplomatiche, mentre sono esclusi i bagagli dei passeggeri. Il dato sui passeggeri per paese dell’Ue esclude il doppio conteggio di passeggeri su voli nazionali, così come il valore dell’aggregato europeo prende in considerazione i passeggeri intra-Ue solo una volta. Viceversa, nei dati sui passeggeri per regione italiana, i viaggiatori interni sono conteggiati sia nell’aeroporto di imbarco che in quello di sbarco. Rientrano nel campo di osservazione gli aeroporti con un numero di passeggeri annui superiore a 15 mila unità.


Fonti

Istat, Trasporto aereo

Eurostat, Transport statistics

Pubblicazioni

Enac, Dati di traffico – Anno 2013

Istat, Il trasporto aereo in Italia – Anno 2013, Comunicato stampa, 26 novembre 2014

Link utili

Istat/datawarehouse

Eurostat/transport

Eurostat/air passenger transport - monthly statistics



Codice da incorporare

Clicca qui per selezionare il codice