Persone denunciate per reati

57/121

Versione stampabile

Le persone per cui inizia l’azione penale sono imputate soprattutto per furto e lesioni personali volontarie     

UNO SGUARDO D'INSIEME

In Italia nel 2012, l’azione penale inizia per 1.006 persone ogni 100.000 abitanti, mentre l’archiviazione interessa 1.070 persone. Nel periodo 2006-2012, le persone rinviate a giudizio, considerando il delitto più grave da queste commesso, sono state imputate soprattutto per furto (100,1 imputati per 100.000 abitanti) e lesioni volontarie personali (84,2) con un aumento rispetto all’anno precedente solo per il furto. Meno frequenti risultano i reati di corruzione (0,2) e concussione (0,6). Come nel 2011, il numero degli imputati per i delitti legati all’immigrazione diminuisce rispetto al periodo 2006-2010 sempre a seguito delle modifiche legislative che hanno interessato in particolare l’articolo 14 della legge 286/98 in merito al reato di immigrazione clandestina. Continua inoltre l’incremento dei rinvii a giudizio per atti persecutori (stalking) a partire dalla sua introduzione nel 2009. Tale andamento è in parte dovuto ai tempi di definizione dei procedimenti e in parte alla sensibilizzazione delle vittime che ha determinato una crescente propensione alla denuncia.


L'ITALIA E LE SUE REGIONI

Dati nazionali


Persone di 18 anni e più denunciate all'Autorità giudiziaria per le quali è iniziata l'azione penale per tipologia di delitto più grave commesso
[xls
 - ods]


Confronti regionali


Persone denunciate all'Autorità giudiziaria per le quali è iniziata l'azione penale o per le quali è stata disposta l'archiviazione per regione
[xls]

Persone di 18 anni e più denunciate all'Autorità giudiziaria per le quali è iniziata l'azione penale per regione
[xls]

Persone denunciate all'Autorità giudiziaria per le quali è iniziata l'azione penale per regione
[xls]


Serie storiche


Persone denunciate all'Autorità giudiziaria per le quali è iniziata l'azione penale o per le quali è stata disposta l'archiviazione per regione
[xls
 - ods]


Definizioni utilizzate

L’indagine sui reati denunciati all’Autorità giudiziaria ha come scopo la rilevazione completa delle informazioni relative ai procedimenti contro autori noti e ignoti. La rilevazione, che rappresenta la conoscenza del primo passo dell’iter processuale, è condotta sui reati che sono iscritti nel Registro generale delle Procure circondariali della Repubblica che vengono poi definiti dal Pubblico ministero. I reati sono quelli previsti dal Codice penale e da altre leggi, denunciati alla Magistratura ordinaria compresa quella per minorenni. L’unità di rilevazione è il procedimento al momento della sua definizione (rinvio a giudizio o archiviazione). Ai fini statistici, l’azione penale si considera iniziata, nel caso di delitti di autori noti, quando si provvede ad imputazione formale della persona sottoposta ad indagini preliminari. I dati, a partire dalla fine degli anni Novanta, sono desunti direttamente dal sistema informativo del Registro generale dei reati in funzione presso gli Uffici giudiziari per la gestione dei procedimenti.


Fonti

Ministero della giustizia, Procure circondariali della Repubblica Italiana

Pubblicazioni

Annuario statistico italiano, 2014

Link utili

Istat/serie storiche



Codice da incorporare

Clicca qui per selezionare il codice