noi-italia2015
istat

Mortalità per malattie del sistema circolatorio

41/121

Versione stampabile

In Italia la mortalit├á per queste cause ├Ę tra le pi├╣ basse dÔÇÖEuropa     

UNO SGUARDO D'INSIEME

Le malattie del sistema circolatorio, tipiche delle et├á adulte e senili, rappresentano la principale causa di morte in Italia e nel gruppo dei 28 paesi dell'Ue. Negli ultimi anni, la mortalit├á per queste malattie ├Ę in diminuzione in tutti i paesi europei. In Italia, dove il livello di mortalit├á ├Ę tra i pi├╣ bassi d'Europa, i tassi sono diminuiti in modo diffuso su tutto il territorio raggiungendo nel 2011 il valore di 29,4 decessi ogni diecimila abitanti rispetto al 30,4 osservato nel 2010. Gli uomini, con un tasso di 36,0 decessi per diecimila abitanti, risultano svantaggiati rispetto alle donne (24,8).


L'ITALIA NEL CONTESTO EUROPEO

L'ITALIA E LE SUE REGIONI

Confronti europei


icona Tasso standardizzato di mortalità per malattie del sistema circolatorio nei paesi Ue
[xls
 - ods]


Confronti regionali


icona Tasso standardizzato di mortalità per malattie del sistema circolatorio per sesso e regione
[xls]

icona Tasso standardizzato di mortalità per malattie del sistema circolatorio per provincia
[xls]


Serie storiche


icona Tasso standardizzato di mortalità per malattie del sistema circolatorio per sesso e regione
[xls
 - ods]


Definizioni utilizzate

I tassi di mortalit├á standardizzati, ottenuti con il "metodo diretto", consentono di confrontare i livelli di mortalit├á nel tempo e nello spazio, controllando l'effetto delle differenze di struttura per et├á delle popolazioni. L'indicatore rappresenta i livelli di mortalit├á per malattie del sistema circolatorio che si sperimenterebbero nelle regioni italiane o nei paesi europei se le loro specifiche caratteristiche di mortalit├á venissero applicate a una identica struttura per et├á, quella della popolazione scelta come standard. Per i confronti nazionali la popolazione standard utilizzata ├Ę quella rilevata al censimento del 2001, mentre per i confronti tra paesi ├Ę stata utilizzata la popolazione tipo europea del 2012: per tale motivo, i valori dei tassi standardizzati per i confronti internazionali non sono direttamente confrontabili con quelli utilizzati a livello nazionale.


Fonti

Istat, Rilevazione sui decessi e le cause di morte

Eurostat, Public health

Pubblicazioni

Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane, Rapporto Osservasalute, 2013

Link utili

Istat/cause di morte

Istat/health for all

Istat/datawarehouse

Osservatorio nazionale sulla salute/rapporto Osservasalute

Eurostat/health



Codice da incorporare

Clicca qui per selezionare il codice