Cittadini stranieri non comunitari

22/120

Flussi in ingresso ancora in calo nel 2012     

UNO SGUARDO D'INSIEME

Al 1° gennaio 2013 sono regolarmente presenti in Italia 3.764.236 cittadini non comunitari, con un incremento di circa 127 mila unità rispetto al 2012. I paesi di cittadinanza più rappresentati sono Marocco (513.374), Albania (497.761), Cina (304.768), Ucraina (224.588) e Filippine (158.308). Tra il 2011 e il 2012 i flussi di nuovi ingressi verso il nostro Paese hanno subito un brusco rallentamento. Durante il 2012 sono stati rilasciati 263.968 nuovi permessi, il 27,0 per cento in meno rispetto all’anno precedente. La diminuzione dei nuovi arrivi ha interessato gli uomini (-33 per cento) più delle donne (-19,5 per cento). Si riducono notevolmente i nuovi permessi rilasciati per lavoro (-43,1 per cento), in misura minore le nuove concessioni per famiglia (-17 per cento). I permessi rilasciati per asilo e motivi umanitari passano da 42.672 nel 2011 a 22.916 nel 2012, anno in cui rappresentano l’8,7 per cento dei nuovi flussi (nel 2011 erano il 16,2 per cento del totale). Nella graduatoria delle prime dieci cittadinanze per numero di ingressi il primato nel 2012 spetta alla Cina con 25.211 ingressi, seguita dal Marocco (21.585) e dall’Albania (18.889). Gli Stati Uniti diventano la quarta nazionalità per numero di nuovi permessi: si tratta di un flusso che, nella generale diminuzione, si è mantenuto costante (oltre 14.000 persone); gli ingressi avvengono principalmente per motivi di studio (oltre il 50 per cento). Rientra nella graduatoria l’Egitto che si colloca al sesto posto. Notevole il flusso dal Pakistan (9.599 nuovi permessi) che si posiziona settimo. Arretra al decimo posto la Moldova (8.808 ingressi) e esce dalla graduatoria – diventando undicesima – la collettività Ucraina.


L'ITALIA E LE SUE REGIONI

Scarica la scheda in PDF
Avvertenze


Confronti regionali


Ingressi di cittadini non comunitari per regione

Permessi di soggiorno al 1°gennaio per regione

Minori stranieri regolarmente presenti al 1° gennaio 2013 per regione

Permessi di soggiorno per lavoro al 1° gennaio 2013 per regione


Serie storiche


Permessi di soggiorno al 1° gennaio per regione


Definizioni utilizzate

L’Istat fino al 2007 ha elaborato e diffuso dati sui cittadini stranieri in possesso di un valido permesso di soggiorno; dal 2008 elabora una nuova serie sui cittadini non comunitari che non comprende i cittadini comunitari tra i quali anche i “nuovi” cittadini dell'Ue, per i quali, dal 27 marzo 2007, non è più previsto il rilascio del documento di soggiorno. A partire dai dati riferiti al 1°gennaio 2012 il Ministero dell’interno  fornisce informazioni per tutte le persone iscritte sul permesso (permesso di soggiorno con scadenza o carta di lungo periodo) di un familiare/affidatario. I soggiornanti di lungo periodo sono coloro che sono in possesso di un documento di soggiorno a tempo indeterminato, che può essere richiesto solo da chi possiede un permesso di soggiorno da almeno 5 anni. A partire dai dati riferiti ai flussi verificatisi durante il 2010 vengono registrati tutti gli ingressi (nuovi rilasci) avvenuti durante l’anno, indipendentemente dal fatto che alla fine dell’anno il permesso sia ancora valido o scaduto.


Fonti

Istat-Ministero dell’interno, Permessi di soggiorno

Pubblicazioni

Istat, I cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti – Anni 2012-2013, Comunicato stampa, 30 luglio 2013

Link utili

Istat/demografia

Istat/stranieri

Istat/datawarehouse



Codice da incorporare

Clicca qui per selezionare il codice