Pressione fiscale

119/120

Pressione fiscale in aumento rispetto al 2011     

UNO SGUARDO D'INSIEME

La pressione fiscale è un elemento fondamentale per determinare i livelli di competitività e performance del sistema economico. L’analisi delle componenti della pressione fiscale mostra negli anni una variabilità delle politiche fiscali adottate. A fronte di una generale prevalenza delle imposte dirette negli anni Novanta, dalla fine di quel decennio vi è stata un’inversione di tendenza che mostra un maggiore peso relativo delle imposte indirette fino al 2006; dal 2007 invece torna ad avere maggiore consistenza il peso della pressione fiscale diretta su famiglie ed imprese. Ciò dipende anche dall’evoluzione della ripartizione della fiscalità e dei suoi proventi tra i diversi livelli di governo, che ha visto un progressivo aumento dell’autonomia tributaria delle amministrazioni locali e del peso complessivo dei tributi locali sul prelievo complessivo per effetto del decentramento di importanti funzioni di spesa alle amministrazioni locali al quale è seguita un’attribuzione di fonti di gettito crescenti. In Italia, la pressione fiscale nel complesso ha registrato una diminuzione dal 2001 fino al 2005 (ad eccezione del 2003) per poi riprendere ad aumentare fino al 43,1 per cento rilevato nel 2009; dopo la flessione rilevata nel biennio 2010-2011, nel 2012 ha ripreso a crescere, raggiungendo il 44,1 per cento del Pil.


L'ITALIA NEL CONTESTO EUROPEO

Scarica la scheda in PDF
Avvertenze


Confronti europei


Pressione fiscale nei paesi Ue


Dati nazionali


Pressione fiscale in Italia

Pressione fiscale in Italia per componente


Definizioni utilizzate

La pressione fiscale, in questo contesto, è calcolata come rapporto tra il prelievo fiscale (imposte dirette, imposte indirette e imposte in conto capitale) e parafiscale (contributi sociali) e il Pil, secondo i principi e le definizioni stabiliti nel Sistema europeo dei conti (Sec95). La pressione fiscale può essere utilizzata per misurare l'azione della Pubblica amministrazione nel ridistribuire la ricchezza.


Fonti

Istat, Conti economici nazionali

Commissione europea

Pubblicazioni

Istat, Conti ed aggregati economici delle Amministrazioni pubbliche, Tavole di dati, 4 novembre 2013

Link utili

Istat/conti nazionali

Eurostat/finance



Codice da incorporare

Clicca qui per selezionare il codice