Vai direttamente a:

Turismo

L'Italia nel contesto europeo

 

Nel 2016, nell'Ue si registrano in media 61,5 posti letto ogni mille abitanti.

La Croazia ha il valore di gran lunga più alto (235,6); seguono, ma molto distanziati, Austria, Grecia e Lussemburgo che superano i 100 posti letto ogni mille abitanti. L'Italia si colloca al settimo posto, preceduta anche da Malta e Cipro. Le ultime posizioni, con valori sotto i 20 posti letto, continuano a riguardare Polonia e Romania.

 

Nel periodo 2000-2016, la capacità ricettiva in Europa è cresciuta, passando da 48,3 a 61,5 posti letto per mille abitanti e l’Italia registra un aumento in linea con la media europea.

 

La maggior parte dei paesi dell’Ue28 registra nel 2016 una permanenza media dei clienti negli esercizi ricettivi inferiore alle 4 notti. L’Italia si trova in ottava posizione nella graduatoria decrescente, tra gli undici paesi che presentano valori superiori alla media dell’Ue28. Regno Unito, Francia e Germania sono, invece, caratterizzate da permanenze medie più brevi, al di sotto della media europea.

 

I dati sulla partecipazione al turismo per vacanze lunghe (almeno 4 notti) dei residenti di 15 anni e più mostrano una media europea del 49% nel 2015, con un livello massimo in Lussemburgo e minimo in Romania. In Italia il valore è pari a 36,3, mentre è più alto nei paesi vicini: Germania, Francia, Austria e Spagna.