Vai direttamente a:

Macroeconomia

Uno sguardo d'insieme


Le grandezze macroeconomiche descrivono la struttura e la capacità di crescita di un sistema economico.

Le risorse a disposizione di un’economia (Pil e importazioni) possono essere utilizzate per l’acquisto di beni di consumo, essere investite o esportate: consumi, investimenti ed esportazioni sono le tre componenti della domanda aggregata.


Seppur in crescita nel biennio 2015-2016, (+1,1% in ciascun anno), il Pil pro capite in termini reali segna una diminuzione negli ultimi dieci anni (-9,6% dal 2007). La quota dei consumi finali interni in rapporto al Pil risulta in lieve calo mentre si inverte la tendenza negativa della quota di investimenti iniziata nel 2008. Nel corso del 2016 le esportazioni sono in crescita grazie all’espansione nei paesi dell'Ue28 (+3,1%). La quota dell’export sul totale nazionale è pressoché stabile tra le ripartizioni territoriali.

 

Tra il 2010 e il 2015 la produttività del lavoro in Italia  aumenta del 2,2%. Nell’ultimo anno l'incremento è dello 0,2% per effetto di una crescita dell'input di lavoro (+0,7%) inferiore a quella del valore aggiunto (+0,9%).

 

Nel 2017 la dinamica dei prezzi al consumo segna il primo rialzo significativo dopo essere rimasta sostanzialmente nulla nei tre anni precedenti.

Seppur in misura più contenuta rispetto al 2015, prosegue il calo dei prezzi delle abitazioni in media d’anno (-0,8% nel 2016 rispetto a -2,6%). La minore caduta è imputabile principalmente alla dinamica dei prezzi delle abitazioni esistenti che registrano una flessione analoga quella dei prezzi delle abitazioni nuove (-0,8%).