Vai direttamente a:

Scienza, tecnologia e innovazione

Uno sguardo d'insieme

 

Nel 2015 la spesa totale per ricerca e sviluppo (R&S) interna sostenuta in Italia da imprese, istituzioni pubbliche, istituzioni private non profit e università ammonta a quasi 22,2 miliardi di euro. La percentuale di spesa per R&S sul prodotto interno lordo (o intensità di ricerca) è pari all’1,34%, stabile rispetto al 2014.  

 

L'intensità brevettuale non segnala inversioni di tendenza e continua a diminuire.

Nel 2017 la quota di imprese con almeno 10 addetti che utilizzano un sito web per presentare la propria attività sale al 72,1%.

 

Nel 2015 il personale impegnato in attività di R&S (espresso in unità equivalenti a tempo pieno) ammonta a 259.166,6 unità e registra un incremento del 3,9% rispetto al 2014.
Oltre la metà degli addetti dedicati alla R&S opera nel settore privato, il 29,7% nelle università e il 14,9% nelle istituzioni pubbliche.

La quota di giovani 20-29enni che hanno conseguito un titolo di livello terziario in discipline tecnico-scientifiche  si mantiene sostanzialmente in linea con i valori degli anni più recenti. Cala leggermente il tasso maschile e si riduce il differenziale di genere.

 

Nel 2017 il 65,3% della popolazione di 6 anni e più usa Internet. Più di 9 giovani su 10 tra i 15 e i 24 anni si connettono alla Rete; le differenze di genere sono molto contenute fino ai 44 anni e aumentano successivamente. 

Aumenta al 70,2% la quota di famiglie che dispongono di una connessione veloce per accedere a Internet da casa.