Vai direttamente a:

Scienza, tecnologia e innovazione

L'Italia e le sue regioni

 

In termini di incidenza della spesa R&S sul Pil regionale, le performance migliori si osservano in Piemonte, nella provincia autonoma di Trento e in Emilia-Romagna. Le regioni meno performanti sono prevalentemente quelle meridionali.

 

Tra il 2011 e il 2012 Friuli- Venezia Giulia e Valle d'Aosta hanno mostrato la crescita piu' consistente per numero di brevetti, mentre nel Nord-ovest si evidenzia il declino piu' marcato.

L'utilizzo della banda larga fissa nelle imprese  appare diversificato nel tempo. Il digital divide non è più nella tecnologia ma nell'ampiezza di banda disponibile per gli utenti.

 

Nel periodo 2012-2014 si conferma il primato del Nord per imprese che investono in attività innovative di prodotto e processo, con una punta massima in Veneto. Una minore propensione all’innovazione caratterizza il Mezzogiorno.

 

Nel 2014 resta elevato il ritardo del Mezzogiorno in termini di addetti in R&S rispetto al Nord e al Centro. Nel Centro, solo Lazio e Toscana superano il dato nazionale, mentre tutte le regioni meridionali si attestano su livelli inferiori alla media.

La quota dei giovani che hanno conseguito un titolo in discipline tecnico-scientifiche cresce nelle regioni settentrionali, mentre permane il distacco  del Mezzogiorno rispetto al resto del Paese.  

 

Nelle diverse aree del Paese si riscontra un atteggiamento differente nell’utilizzo del web: la quasi totalità delle regioni del Centro-Nord ha livelli di uso di internet superiori al valore nazionale, mentre nel Mezzogiorno la quota scende al 55,8%. Nel Centro-Nord  oltre il 70% delle famiglie dispone di una connessione veloce; nel Mezzogiorno tale valore scende al 62,4%.