Vai direttamente a:

Infrastrutture e trasporti

L'Italia nel contesto europeo

 

Tra i paesi dell'Unione, l'Italia presenta una bassa intensità autostradale in rapporto alle autovetture e una dotazione di 28 km di rete ferroviaria per 100.000 abitanti, molto al di sotto della media Ue: per la sola rete a binario doppio elettrificato il valore è prossimo alla media Ue. E' invece di gran lunga uno dei paesi a più alto tasso di motorizzazione, preceduta solo da Lussemburgo e Malta.   

 

Nel 2015 la Germania si conferma leader in Ue per il trasporto merci su strada con oltre 300 miliardi di Tkm, mentre l'Italia risulta sesta, con circa 117 miliardi di Tkm. Il traffico di merci su strada in rapporto alla popolazione è pari a 19,3 milioni di Tkm per diecimila abitanti, tra i valori più bassi in Ue.

 

Nell'Unione europea si registrano aumenti nel trasporto aereo dei passeggeri. Rapportando i dati alla popolazione, il nostro Paese si situa tra quelli ad intensità medio-bassa. 

Tra gli aeroporti dell'Ue, nel 2015 Fiumicino è all'ottavo posto per numero di passeggeri (oltre 40 milioni), mentre Malpensa è al nono posto relativamente al trasporto merci (511 mila T).

 

Nel 2015 il porto di Trieste, con 47 milioni di tonnellate, risulta in undicesima posizione tra i porti dell'Ue per trasporto merci, mentre il porto di Genova si attesta nel 2014 alla stessa posizione per il trasporto dei container. Nello stesso anno il porto di Napoli raggiunge l'ottava posizione per passeggeri. L'Italia si conferma il primo paese europeo per trasporto di passeggeri via mare.

 

Il numero delle vittime per incidenti stradali, rispetto alla popolazione residente, si conferma superiore a quello dei principali partner e alla media Ue28.