Vai direttamente a:

Agricoltura

L'Italia nel contesto europeo


In termini di superficie agricola utilizzata, la dimensione media delle aziende agricole europee è molto variabile. La media dell'Ue28 è 16,1 ettari, variando dai 133,0 della Repubblica Ceca agli 1,2 di Malta. La distribuzione è, inoltre, fortemente asimmetrica, con 18 paesi che presentano dimensioni aziendali medie superiori alla media europea. In tale contesto l'Italia si posiziona tra i 10 paesi con dimensione inferiore, con una superficie media, calcolata escludendo le aziende di piccole dimensioni (al di sotto di determinate soglie previste dal Regolamento Ce n. 1166/2008), di 12,0 ettari. Se si considerano anche le piccole aziende, escluse dalle soglie europee ma fortemente caratteristiche dell'agricoltura italiana di alcune aree geografiche, la dimensione media si riduce a 8,4 ettari.

L'Italia si conferma il primo paese per numero di prodotti agroalimentari di qualità con riconoscimenti Dop, Igp e Stg. I prodotti agroalimentari di qualità italiani coprono oltre un quarto del totale (27,6%) dei riconoscimenti Dop, il 17,2% dei riconoscimenti Igp e il 4,1% di quelli Stg rilasciati dall' Unione europea. I settori con il maggior numero di riconoscimenti sono gli ortofrutticoli e cereali seguiti, a distanza, da formaggi, oli extravergine di oliva e preparazioni di carni. I paesi che oltre al nostro valorizzano le proprie produzioni di qualità appartengono all'area del Mediterraneo: Francia e Spagna e, in misura minore, Portogallo e Grecia.