Vai direttamente a:

Territorio

L'Italia nel contesto europeo


La dimensione media in termini di popolazione delle Nuts2 italiane (quasi 2,9 milioni di abitanti), tra le più elevate a livello europeo, è inferiore solo a quella della Lituania; poco al di sotto dell’Italia nella graduatoria si collocano Francia, Romania e Spagna.

Relativamente alla densità abitativa, l’Italia è tra i paesi più densamente popolati: 201,0 abitanti per km2 rispetto a una media Ue28 di 115,5 abitanti per km2. Soltanto Paesi Bassi, Belgio, Regno Unito, Germania e Lussemburgo presentano densità superiori, se si esclude il caso molto particolare dell’isola di Malta, in cui su un territorio di poco più di 300 km2 insistono 1.369,3 abitanti; Svezia e Finlandia si caratterizzano per le più basse densità di popolazione. 

Nel 2016 l’Italia registra una percentuale di superficie terrestre sottoposta alla tutela della Rete Natura 2000 pari al 19,3%, valore superiore a quello medio comunitario (18,1%) e che la colloca al tredicesimo posto tra i paesi Ue28. La Slovenia è il paese con la quota più elevata di territorio compreso nei siti di Natura 2000 (37,9% sulla superficie nazionale), seguita dalla Croazia e dalla Bulgaria; il Regno Unito e la Danimarca presentano invece quote molto contenute di territorio sottoposto a tutela. Di rilievo l'aumento di circa 9 punti percentuali della superficie sottoposta a tutela del Lussemburgo, passata dal 18,1% al 27%.

Nel 2015 nell'Ue ripartono le nuove abitazioni autorizzate e la nuova superficie utile abitabile autorizzata: in 21 paesi si registrano variazioni positive, con un picco di +57,2% in Irlanda, mentre forti riduzioni si rilevano in Lettonia  e Lussemburgo (-24 e -20% rispettivamente).
Posta pari a 100 la nuova superficie abitabile del 2010, nell’Ue nel 2015 si risale ai valori del 2012 con 87,1; l'Italia e altri cinque paesi presentano valori inferiori a 50 , mentre 12 paesi hanno valori superiori a 100.