Vai direttamente a:

Ambiente

Uno sguardo d'insieme


Le statistiche dell'ambiente, per la centralità della materia di cui si occupano ed a seguito delle strategie europee che sottolineano la necessità di integrare la dimensione ambientale nella dimensione sociale ed economica delle politiche, sono oggetto di una crescente attenzione.
La produzione dei rifiuti rappresenta una delle problematiche ambientali con impatti immediati sulla vita quotidiana.Superare il problema legato alla gestione dei rifiuti è possibile riducendone a monte la produzione e la pericolosità, anche nelle fasi di crescita economica, attuando misure volte al recupero delle maggiori quantità. Al fine di ridurre gli effetti negativi della produzione dei rifiuti sulla salute umana e sull'ambiente, perseguendo quindi una gestione sostenibile, la frazione di rifiuti raccolti conferita in discarica deve essere residuale. La raccolta differenziata è un fattore strategico per la corretta gestione dei rifiuti: nel 2014 è raggiunto con sei anni di ritardo l'obiettivo del 45% previsto dalla normativa nazionale per il 2008.

L'inquinamento dell'aria rappresenta uno dei principali problemi ambientali soprattutto in ambito urbano. Rispetto al 2014 è in un aumento la percentuale sia delle famiglie che percepiscono inquinata l'aria della zona in cui vivono, sia di quelle che evidenziano la presenza di odori sgradevoli.

I prelievi d'acqua per uso potabile risultano, dal 1999, in crescita, con un aumento del 3,8% tra il 2008 e il 2012. L'84,8% del prelievo nazionale di acqua a uso potabile deriva da acque sotterranee (47,9% da pozzo e 37,0% da sorgente), il 15,1% da acque superficiali (0,8% da lago naturale, 9,6% da bacino artificiale e 4,7% da corso d'acqua superficiale) e lo 0,1% da acque marine o salmastre.